Giocare il set in modo aggressivo al flop: l’idea di Lyndaker

Vogliamo ricordare un ottimo giocatore di cash game scomparso recentemente nel 2019 e intervistato qualche anno fa Chad Holloway per Pokernews.

Richard “nutsinho” Lyndaker dopo una grossa mano al Day 2 dell’Aussie Millions Main Event da 10.600 AU$, un torneo che ha attirato 648 giocatori, vinto da Manny Stavropoulos per 1,6 milioni di AU$, è arrivato al tavolo finale di quel torneo, chiudendo al settimo posto per AU$160,000.

La mano tra Lyndaker e Salter

La mano che vogliamo analizzare con lui, si è svolta al livello 9 (500/1.000/100) quando Jack Salter, che è arrivato secondo al Main Event delle World Series of Poker Asia-Pacifico contro Scott Davies in ottobre, ha aperto a 2.300 da HiJack e Lyndaker ha flattato dal cutoff. Il giocatore dal big blind ha completato e il trio ha visto un flop 4 10 9 . Il big blind ha fatto check, Salter ha cbettato a 5,200 e Lyndaker ha rilanciato a 12,500. Il big blind ha perso poco tempo prima di foldare, e Salter ha fatto una 3-bet all in per circa 50,000. Lyndaker ha instant callato.

Lyndaker: 9 9
Salter: 9 4

Salter aveva floppato doppia coppia più bassa, ma essenzialmente stava quasi drawing dead dato che Lyndaker aveva floppato il middle set. Il q del turn ha determinato l’eliminazione di Salter e dopo il pleonastico j del river, ha salutato la compagnia.

Ho dovuto fargli alcune domande sulla mano e, come si è scoperto, la sua linea nel colpo, aveva molto a che fare con una che avevano giocato in precedenza.

“Alcune orbite prima avevo fatto una 3-bet dalla stessa posizione – cutoff vs. hijack – e lui mi ha fatto foldare con una 4-bet. Avevo 44.000 per iniziare e lui mi copriva. In questa mano ha iniziato con circa 49.000“, ha iniziato Lyndaker.

La decisione al flop

Lyndaker ha continuato: “Al flop ho una decisione davvero interessante: chiamare la continuation bet o rilanciare. Ho solo pensato che non avrebbe c-bettato al flop contro il mio flatting range molto ampio, e in quel momento stava puntando molto sulla sua mano, non poteva essere bianco. Ci sono stati molti turn che avrebbero potuto vanificare  la mia azione, quindi sebbene potesse essere uno standard flat in position con una mano forte come un set, ho pensato che in base alle dimensioni dello stack in gioco e alla forza del range che avevo percepito con la sua c-bet,  rilanciare lì sarebbe stato positivo perché avrebbe sicuramente preso in considerazione l’idea di andare immediatamente all in con vari progetti, piuttosto che flattare. E anche lui avrebbe potuto fare questo ragionamento sul mio range”

Devo ammettere che sono rimasto sorpreso dal flat call preflop di Lyndaker, soprattutto vista la reputazione aggressiva di Salter. Poi non ero a conoscenza delle ore di gioco precedenti la mano. Ti mostra che le informazioni da una mano possono entrare in vigore in seguito.

Una cosa che mi ha fatto piacere vedere è stato il rilancio al flop di Lyndaker. Nella mia esperienza di giocatore, che di solito consiste nel giocare tornei con buy-in più basso, coloro che floppano set tendono a giocare lentamente, una linea che pensano gli darà il massimo valore nelle strade successive, ma spesso ha l’effetto inverso. D’altra parte, come reporter di un torneo, ho notato che i migliori pro o puntano o rilanciano con i set, cosa che Lyndaker ha fatto. Occasionalmente perdono valore quando i loro avversari foldano, ma saresti sorpreso di quanto spesso finiscano per essere pagati.

Non solo, puntare o rilanciare con una mano così forte spesso getterà gli avversari in un loop, proteggendo allo stesso tempo la tua mano. Vale sicuramente la pena considerare di giocare aggressivamente i set floppati, anche se ammetto che fa schifo quando i tuoi avversari se la cavano a buon mercato. Per quanto riguarda Salter, non c’era molto da fare dopo aver rilanciato con un 9 e un 4 di picche e aver floppato doppia coppia. Dal suo punto di vista, Lyndaker avrebbe potuto facilmente avere progetti di scala o colore, quindi foldare non avrebbe avuto senso.

“È stato sicuramente uno svantaggio per lui avere 9-4 che blockerava ben due set che avrei potuto avere. Solo sfortuna per lui“, ha concluso Lyndaker. “Ma in questa mano ci sono state un paio di decisioni interessanti sia preflop che al flop.“

Author: Paula Dunn