Golfo Persico nuova mecca del gioco?

Giovedì scorso è stata annunciata la costruzione di un nuovo resort “integrato”, dicitura che sottintende una serie di attrazioni e comfort tra i quali anche il gioco d’azzardo, ad Al Marjan Island, negli Emirati Arabi Uniti. Oltre al fatto della “gaming area” prevista, il punto di novità è proprio nel nome del colosso USA che ne sarà il principale investitore: Wynn Resorts.

Wynn Resorts sbarca nel Golfo Persico: è il primo nell’area MENA

Si tratterà infatti del primo resort costruito dal colosso fondato da Steve Wynn nella cosiddetta regione MENA, che va dal Marocco all’Iran. La location selezionata è quella di Al Marjan Island, un gruppo di quattro isole artificiali, realizzate a forma di corallo. Il complesso è compreso nell’Emirato di Ras Al Khaimah, il più orientale tra gli UAE, proprio al confine con l’Oman. Il futuro resort, la cui inaugurazione è prevista nel 2026, si comporrà di

1000 camere
un centro commerciale
una sala convegni
una spa
più di 10 ristoranti
varie altre attrazioni, tra cui una non meglio definita “gaming area”

 

Un’autorità apposita per vigilare e regolamentare il gioco nei resort

Nei mesi scorsi il RAKTDA (Ras Al Khaimah Tourism Development Authority), ovvero la massima autorità dell’emirato per il turismo, ha istituito un nuovo ufficio dedicato proprio agli “integrated resorts”. Questo “Department of Entertainment and Gaming Regulation” sarà chiamato a stendere una regolamentazione per tutta l’ampia gamma di attività comprese in questa tipologia di resort, con una particolare attenzione alla creazione di una “solida struttura che garantisca il gioco responsabile a tutti i livelli”.

Secondo quanto dichiarato dal RAKTDA, la nuova struttura avrà il compito di “regolamentare l’intero settore del gioco negli integrated resorts, richiedendo l’adempimento di tutte le leggi in vigore e gli obblighi richiesti in materia di prevenzione di crimini finanziari. La regolamentazione riguarderà tutti i soggetti che verranno coinvolti, dagli operatori ai fornitori fino agli impiegati.”

Nuovo trend per il gioco live?

Nonostante il totale divieto di gioco d’azzardo vigente in tutti i paesi arabi, il Golfo Persico potrebbe diventare una nuova destinazione del poker high stakes. Con la decadenza di Macao si potrebbe infatti creare un nuovo polo forte per il gioco live. Il nuovo resort di Wynn si troverà a circa 120km di distanza da Dubai e circa 215 da Abu Dhabi. Ne consegue che potrebbe diventare il primo di una serie, in un’area sempre più interessata ad attrarre grandei eventi e turismo di lusso.

Author: Paula Dunn