Intervista a Jacopo “JamesB10fcp” Baragli, terzo al Main Event SCOOP

Pochi giorni fa si è concluso uno degli eventi più importanti del palinsesto PokerStars, il Main Event SCOOP che ha chiamato a raccolta più di 1.800 persone per un montepremi totale che ha superato i €400.000.

Dopo un deal a quattro il titolo di vincitore è andato a “IcaroVolerà” che ha vinto €43.750. Notevole la prestazione di “JamesB10fcp”, terzo classificato che è riuscito a vincere più del runner up, sia in termini di montepremi che di taglie.

Abbiamo contattato Jacopo Baragli, 27enne di Roma conosciuto ai tavoli proprio come “JamesB10fcp” per farci raccontare il torneo e scoprire qualcosa di più su questo “nuovo” poker pro.

Il Main Event SCOOP di Jacopo Baragli

Ciao Jacopo, intanto complimenti per il risultato! Ci racconti un po’ del torneo?

“È stato un torneo abbastanza ordinario fino all’ITM, un Day 1 tranquillo con tavoli morbidi. Al Day 2 mi hanno retto i colpi che dovevano reggere, ho ammonticchiato un po’ di chips e collezionato qualche taglia, e sono arrivato a 100 left a metà chipcount. Una mano che mi ha fatto capire che questa volta potevo farcela è stata a 40 left, KK io contro AA 80x e ho preso K river. Per una volta mamma Stars mi ha aiutato! Un’altra mano importante è arrivata in bolla FT: c’erano molti tra i 15x e i 20x, io ho 16x e flippo 88 contro AJ e vado io.

E al tavolo finale?

Il final table è stato abbastanza tosto, ma ho giocato chiuso perché non avevo molto spazio di manovra, e qualche avversario si è lanciato, quindi sono arrivato 5 left dove ho fatto una taglia da 4k e poi abbiamo deallato. Ho scelto di deallare perché c’era Icaro fanta-chipleader, io secondo in chips ma penso ne valesse la pena perché in teoria lui dovrebbe over aggrare ogni spot in quella situazione. Quindi ho accettato il deal e giocato per le taglie, ma a 3 left mi ha detto abbastanza male.”

 

Parlaci di te e della tua storia con il poker: come hai iniziato e che giocatore sei ora?

“Io il poker lo conosco e lo seguo dal 2009, dai tempi di PokerItalia24. Mi sono visto Candio in diretta, sono di lunga data, ma inizialmente l’ho sempre preso come un passatempo, un divertimento. Mi ci sono concentrato di più dalla quarantena in poi; prima avevo un lavoro da ufficio, poi stando a casa con la quarantena mi sono messo a giocare a tempo pieno, e ho capito che forse poteva essere qualcosa di più che un semplice passatempo. Mi sono messo a studiare, fare review, e dalla quarantena fino a fine 2021 ho giocato e lavorato contemporaneamente, giocavo a poker la sera, dormivo tre ore la notte e al mattino andavo in ufficio. Poi ho capito che non era sostenibile e che non facevo bene né uno né l’altro, e alla fine ho scelto tra i due e sto giocando a poker a tempo pieno.”

 

Una bella vincita per cominciare una carriera da pro! Ora cambierà qualcosa? 

“Non cambierà nulla dopo questa vittoria, anche se è la più grande che abbia mai ottenuto. Non dico di essere rimasto indifferente, perché comunque sono contento, però come ci sono periodi positivi ci saranno anche quelli negativi insomma, uno deve essere sempre bilanciato, quindi continuerò tranquillamente come ho sempre fatto. Attualmente gioco ABI massimo sul .it e il mio obiettivo è sicuramente quello, un giorno, di spostarmi sul .com, all’estero.

La mia volontà è sicuramente in futuro di passare a palcoscenici un po’ più importanti. Sicuramente ho anche in mente di prendere un coach fatto apposta per questo. Attualmente sono senza coach, studio per conto mio, ma so che per fare il passo un po’ più grande mi servirà un aiuto indirizzato su quello, non avendo alcun tipo di esperienza in ABI più grandi”.

Author: Paula Dunn