La prima (e per ora unica) vittoria italiana al Main Event EPT Praga

Abbiamo ancora negli occhi il secondo posto di Andrea Cortellazzi al Main Event EPT Praga di qualche giorno fa.

Il valtellinese, che al nostro inviato a Praga ha detto di vedere il secondo posto come una sconfitta mancata, è arrivato a tanto così dal dare all’ItalPoker il secondo Main Event EPT Praga della sua storia.

Ricordate chi fu il primo – e per il momento ancora unico – vincitore italiano a Praga del più importante torneo European Poker Tour?

Indizio: correva l’anno 2008 e il poker italiano era nel suo pieno boom. Un titolo EPT nello Stivale non era ancora arrivato. Ci erano andati vicini Luca Pagano a Barcellona e Cristiano Blanco (al centro nella foto in alto) a Dortmund, ma la picca più ambita ancora continuava a sfuggire…

 

Tre azzurri per la vittoria

Quel 13 dicembre 2008, all’ultimo tavolo del Main EPT, c’erano ben tre italiani: Salvatore Bonavena, Massimo Di Cicco e Franco Cirianni. Ma c’erano anche giocatori che poi avrebbero fatto la storia del gioco, come Raul Mestre.

Quel giorno allo spagnolo non andò benissimo. Subito dopo l’eliminazione del tedesco Ruthenberg, Mestre si trovò a soccombere in all-in preflop al finlandese Nygard per un ottavo posto da 71.800€.

Il tavolo finale entrò poi in una fase di vero e proprio caos: raddoppi rocamboleschi, accorci improbabili, double-up per più mani di fila. I giocatori non si fecero mancare davvero nulla. Al commento della diretta streaming Alberto ‘grandealba’ Russo e Dario Minieri ritaravano di continuo la scala dello stupore.

Dopo l’eliminazione del finlandese Nygard, il torneo arrivò alla fase cinque left coi tre italiani ancora in corsa per la vittoria, anche se il chipcount registrava il chiaro dominio di Chen e Alexiou.

 

Che italiano vince?

Poi il greco scese lasciando un doppio raddoppio agli italiani. Prima Bonavena trovò il double-up in allin preflop con AJ contro KTs, poi Di Cicco A2>68s sempre in all-in preflop.

Il terzetto dei raddoppi italiani non si completò: Cirianni uscì contro Chen A8<AQ. Ma subito dopo Di Cicco trovò un altro raddoppio con coppia di assi sempre contro il greco, che poi scese ulteriormente facendo raddoppiare Bonavena (AQ>AT) prima di trovare l’eliminazione sempre in all-in preflop e sempre contro Bonavena (33<KQ).

A 3 left Di Cicco trovò subito un provvidenziale raddoppio contro Salvo (ATs>44) ma Bonavena non si perse d’animo e dopo aver accorciato Chen lo giustiziò in allin preflop (KQ>A6).

All’approdo del testa a testa tutto tricolore era chiaro che l’Italia avrebbe vinto la prima picca EPT della sua storia. Ancora restava da capire chi avrebbe alzato il trofeo al cielo. Di Cicco partiva in svantaggio ma trovò subito un raddoppio che riequilibrò gli stack.

L’ultima mano non tardò ad arrivare: i due giocatori andarono ai resti su flop monotone 8 3 2 , Bonavena girò 7 8 , Di Cicco a 4 , turn 6 e river j sancirono la fine dei giochi.

Quel giorno Salvatore Bonavena diventò “Mister EPT”, appellativo che gli rimase almeno fino alla vittoria di Antonio Buonanno a Montecarlo. Ma questa è un’altra storia.

 

Payout tavolo finale Main Event EPT Praga 2008

1° Italia Salvatore Bonavena €774,000
2° Italia Massimo Di-Cicco €445,000
3° Canada Andrew Chen €257,000
4° Grecia Konstantinos Alexiou €199,000
5° Italia Franco Cirianni €166,000
6° Finlandia Fredrik Nygard €130,000
7° Libano Nasr El Nasr €99,500
8° Spagna Raul Mestre €71,800
9° Germania Sebastian Ruthenberg €42,800

Author: Paula Dunn