Lazio-Napoli, match scottante al microscopio: le quote più croccanti

Sicuramente Lazio-Napoli non arriva nel momento migliore possibile, per nessuna delle due squadre. Tuttavia, proprio per questo, il posticipo domenicale della giornata numero 27 di Serie A diventa un crocevia di enorme interesse, e non solo di classifica. Andiamo a vedere insieme in quali mercati si nascondono le migliori quote delle scommesse per questo scontro (domenica alle 20:45, Stadio Olimpico).

Lazio-Napoli, Sarri contro il suo passato e in un “derby toscano” ostico

L’uscita di scena dalla Europa League è fresca per entrambe, e per tutte e due è stata un capitolo amaro della stagione. La Lazio è uscita davanti al suo pubblico contro il Porto dell’ex Conceicao, il Napoli ha infine mollato contro un Barcellona tornato per una sera parente di quello stellare degli ultimi 3 lustri. Certo Maurizio Sarri non ne farà un dramma, anzi ora può concentrarsi sull’obiettivo campionato che finora è stato troppo altalenante. Anche Luciano Spalletti può adesso focalizzare l’obiettivo scudetto, tornato clamorosamente attuale dopo il nuovo mezzo passo falso delle milanesi.

Sarri e Spalletti, due toscani considerabili inquilini un po’ atipici del grande calcio, si incontreranno per la settima volta. Il bilancio è nettamente favorevole all’attuale tecnico del Napoli, che ha vinto 3 volte, pareggiandone 2 e perdendo in una sola occasione (con la Roma contro il Napoli di Sarri).

Anche l’andata è stata particolarmente amara per l’ex tecnico di Juve e Chelsea, che aveva incassato un sonoro 4-0 al Diego Armando Maradona per una partita già in cassaforte dopo mezz’ora.

Come spesso accade in questi big match, la scommessa 1X2 è piuttosto scomoda da scegliere perché si tratta, in tutto e per tutto, della classica partita “da tripla”. Le quote interessanti vanno allora cercate in altri mercati, a partire dal numero di gol.

Gol: gli over più interessanti di Lazio-Napoli

Quando si trovano di fronte due squadre dalla generica vocazione offensiva, pensare all’over 2,5 gol è quasi automatico. E spesso può essere un errore, come tutti i “riflessi condizionati” dello scommettitore. Ogni puntata deve essere possibilmente valutata con attenzione, ma in questo caso ci sono dati che confortano un’aspettativa del genere. In particolare il dato casalingo della Lazio, le cui partite all’Olimpico sono terminate in over 2,5 gol nel 77% dei casi. Il Napoli invece ha chiuso con l’over 2,5 quasi in una trasferta su 2. In generale la quota dell’over 2,5 gol è abbastanza attraente: ad esempio su Sisal si può giocare a 1,72.

Lo stato di forma delle due squadre è l’elemento di maggiore incertezza e che potrebbe anche fare ipotizzare alcuni scenari di gioco. Entrambe hanno emergenze infortuni in corso o comunque hanno dovuto attraversare diverse difficoltà, da questo punto di vista. Le scorie degli impegni infrasettimanali si fanno sentire già normalmente, ancora di più in un periodo in cui un po’ tutte le squadre di Serie A sono in fase di appannamento. Una cosa che accade abbastanza spesso alle squadre reduci da un periodo denso di impegni è quella di provare a sbloccare la partita da subito o comunque nella prima frazione di gioco, cercando poi di tenere botta anche grazie ai cambi nella ripresa. Da questo punto di vista l’over 1,5 gol nel solo 1° tempo a 2,55 (sempre Sisal) è qualcosa che attira. La frequenza globale delle due squadre in questo campionato è finora del 46%, mentre la quota corrisponde circa a un 39%. Nulla che faccia gridare al miracolo, ma in questa fase difficile della stagione può essere la chiave di volta.

Rigore sì: Lazio-Napoli il match giusto?

Fino al momento in cui scriviamo, il Napoli è nettamente la squadra che ha avuto più rigori a favore nella stagione: ben 10, anche se solo 7 realizzati. Curiosità: i partenopei sono anche la squadra che ne ha subiti di meno, appena 1. La Lazio è quarta nella speciale classifica, con 6 penalty assegnati. Tra Immobile, Zaccagni, Insigne, Osimhen e Politano ci sono diversi giocatori molto abili a guadagnarsi la massima punizione. Proviamo allora il “rigore sì”, quotato da SNAI a 2,75.

Sanzioni: può affiorare il nervosismo

L’amarezza delle eliminazioni dalla Europa League e la conseguente voglia di riscatto immediato sono ingredienti che potrebbero far salire la temperatura di Lazio-Napoli, da un punto di vista delle possibili sanzioni disciplinari. La scoppola subìta all’andata sarà ben presente nella memoria dei giocatori biancocelesti, che non vorranno certo lasciare ancora via libera ai rivali. L’arbitro designato per il match è Marco Di Bello, 41 gialli sventolati in 10 presenze stagionali. La sua media di 4,1 gialli a partita è più o meno in linea con gli altri colleghi. La possibile maggiore voglia di riscatto della Lazio potrebbe anche significare un surplus di aggressività, dunque potremmo ipotizzare che la squadra di Sarri riceva più ammonizioni rispetto a quella di Spalletti. I dati stagionali confortano moderatamente questa ipotesi, poiché il Napoli è nettamente la squadra meno ammonita del campionato (41 gialli) mentre la Lazio è tra quelle più punite (60 gialli). La quota di SNAI sull’1 nella scommessa 1X2 punti cartellino è di 2,15. Ricordiamo che, ai fini di questa scommessa, i cartellini gialli valgono come 1 e i rossi 2.

Calciatori da tenere d’occhio: Acerbi

Francesco Acerbi non scende in campo praticamente dal 2021, se si esclude mezzo tempo giocato il 6 gennaio contro l’Empoli e la conseguenze ricaduta dell’infortunio alla coscia. Il nazionale ex Sassuolo era dato al rientro nella serata decisiva di Europa League, ma poi si è preferita la prudenza. Potrebbe dunque venire rischiato da Sarri nel big match di domenica sera, ma in caso ciò accadesse occhio a una sua ammonizione, pagata da Sisal a 3,00. Il valore del giocatore non si discute, ma la desuetudine al campo, le 34 primavere, un possibile cliente scomodissimo come Osimhen e avversari abili nel saltare l’uomo (Politano e Insigne su tutti) tengono Acerbi a rischio. Discorso analogo – senza la componente infortuni – vale per il suo possibile compagno di reparto Luiz Felipe, che potrebbe soffrire gli 1 vs 1 dei brevilinei napoletani. Una sua iscrizione nel registro degli ammoniti paga 2,75 (sempre Sisal).

Author: Paula Dunn