quote, favoriti, pronostico del concorso musicale di Torino

La straordinaria vittoria dei Maneskin all’Eurovision dello scorso anno ha conferito all’Italia il privilegio di ospitare il concorso canoro europeo più prestigioso nell’edizione 2022.

Ed è Torino, come ormai sappiamo tutti, che in queste ore si sta preparando ad accogliere i 40 artisti musicali attualmente più in auge del Vecchio Continente: al Palaolimpico, infatti, sono previste tre serate che finiranno per incoronare quello che sarà il miglior cantante (o gruppo) europeo del 2022.

I nostri rappresentanti saranno Mahmood e Blanco, neo vincitori del Festival di Sanremo. E come in ogni edizione, gli artisti azzurri si presentano sul palco tra i favoriti. Ma la concorrenza, quest’anno, è estremamente agguerrita.

E, a voler dire la verità, Mahmood e Blanco non saranno esattamente gli unici cantanti italiani in gara: Achille Lauro canterà per San Marino, mentre Emma Muscat (che italiana non è, ma è molto nota al pubblico del nostro paese per i suoi trascorsi ad “Amici”) si esibirà per Malta.

Da qualche giorno i bookmaker hanno emesso le proprie quote: andiamo pertanto a conoscere i favoriti e il pronostico per Eurovision 2022 , grazie alle quote di Sisal.

Eurovision 2022 in TV

Saranno Alessandro Cattelan, Mika e Laura Pausini i conduttori delle serate di Eurovision 2022, trasmesse in diretta su Rai 1. con Gabriele Corsi, Cristiano Malgioglio e Carolina Di Domenico che commenteranno da studio. Ema Stokholma, con Gino Castaldo e Saverio Raimondo, invece, saranno i conduttori su Radio 2.

Tutte le serate saranno trasmesse in diretta TV su Rai 1 alle ore 20:45.

Eurovision 2022: quote e favoriti

Secondo il bookmaker Sisal, c’è una nazione strafavorita: l’Ucraina, infatti, si presenta a Torino con la Kalush Orchestra, che presenta la canzone “Stefania“: l’ottima melodia di un brano orecchiabile non può che trovare il favore dei giurati, che verosimilmente saranno influenzati dal terrificante periodo storico che Kiev sta passando e senza alcun dubbio con la propria preferenza vorranno dare anche un messaggio socio-politico. La stessa Kalush Orchestra, peraltro, si è esibita poche ore fa a Leopoli, una tra le città più colpite dai bombardamenti, prima di partire per il Piemonte.

La quota, per l’Ucraina, è fissata @1.60.

Segue l’Italia, con Mahmood e Blanco vincitori di Sanremo, con “Brividi” bancata @5.00 . Completa il podio tra i favoriti il Regno Unito, con Sam Ryder che canta “Space Man” a quota @7.50. Occhio poi a Svezia, con Cornelia Jakobs che canta “Hold Me Closer“, bancato @9.

Ma gli occhi (o meglio, le orecchie) del pubblico italiano saranno puntati anche sugli altri cantanti ben noti nel nostro Paese: come detto, infatti, Achille Lauro canterà “Stripper” per San Marino, con quota @25 ;  Malta, poi, si intreccerà ai colori azzurri grazie alla ex concorrente di Amici Emma Muscat, bancata @150.

Eurovision 2022: il sistema di votazione

Da ormai qualche anno, in ogni edizione dell’Eurovision il sistema di attribuzione del punteggio è il medesimo: ogni Paese assegna un certo numero di punti alle 10 canzoni preferite, da 1 a 7 rispettivamente dalla decima alla quarta, 8 punti alla terza, 10 alla seconda e 12 alla prima, da cui la famosa locuzione francese douze points.

Via app e tramite televoto, poi, il pubblico a casa può dare la propria preferenza: ma come per gli Stati in gioco, nessuno può votare per i rappresentanti del proprio Paese. Cioè, un italiano non potrà votare per Mahmood e Blanco; un inglese non potrà votare per Sam Ryder, e così via: ognuno potrà votare per i rappresentanti di tutti gli altri paesi.

Eurovision 2022: il pronostico

Fatte queste premesse, mai come stavolta la favorita potrebbe vincere a mani basse il titolo: non potendo votare per sè stessi, viene naturale pensare che ad ogni Stato e ad ogni spettatore da casa venga da dare la preferenza all’Ucraina, che si candida fortissimamente come vincitore incontrastato.

Tuttavia, su Sisal è anche aperto il mercato “Piazzato sul Podio“: ecco, quindi, che qualche quota allettante si trova. Attenzione, quindi, a Svezia @2, ma le quote di valore sono su Spagna sul podio @5 e Paesi Bassi @12. Detto che, sulla carta, l’ordine d’arrivo potrebbe tranquillamente essere Ucraina-Italia-Inghilterra: vedremo se ci saranno inserimenti a sorpresa dalle retrovie.

 

Author: Paula Dunn